Richiedere l'iscrizione all'Anagrafe degli Italiani all'Estero

Il servizio consente di richiedere l’iscrizione all’AIRE (Anagrafe Italiani residenti all’estero).

Ai sensi della legge 470/1988 l’iscrizione all’AIRE è obbligatoria per:
i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi;
quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo.
Non devono invece iscriversi all’A.I.R.E.:
le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno;
i lavoratori stagionali;
i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963;
i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.

Per ulteriori informazioni consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sezione “Servizi consolari”.

Per portare a termine la procedura occorre:
  • documento d’identità in corso di validità, oltre a quello degli eventuali familiari conviventi
  • documentazione comprovante la residenza nella circoscrizione consolare (es. certificato di residenza rilasciato dall’autorità locale, bollette di utenze residenziali, ecc.)
  • stampante
  • scanner

  • Attenzione, si consiglia di visitare il sito web della Sede Consolare per verificare quale documentazione è utile inviare ai fini del buon esito della pratica di iscrizione Aire


    Il modulo di iscrizione all'AIRE si considera valido se presentato per via telematica nelle modalità indicate all'art.65 del Dlgs 82 del 07/03/2005 (Codice dell'Amministrazione Digitale), ovvero:

      a) se sottoscritto mediante una delle forme di cui all'art.20 (firma digitale, firma elettronica qualificata o firma elettronica avanzata);
      b) il dichiarante è identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID);
      c) se sottoscritto e presentato unitamente alla copia del documento d'identità;
      c-bis) se trasmesso dal dichiarante dal proprio domicilio digitale.
      Per ulteriori informazioni sulla firma digitale si può fare riferimento al sito dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

      NB. Il servizio permette di presentare una richiesta che non s’intende automaticamente accettata: verrà comunicato in tempo reale lo stato di avanzamento della richiesta e sarà segnalato il suo completamento mediante un avviso sulla home page di questo sito. Per una descrizione sugli stati della pratica fare riferimento all’apposita sezione "Domande frequenti".

      Per visualizzare e stampare i file in formato PDF è necessario che Adobe Acrobat Reader o un altro programma per gestire i documenti PDF sia installato nel proprio computer.